Nel servizio di TG1 l’intervista al segretario Asmel in occasione del Convegno “Innovazione negli appalti – 5 anni di obiettivi comuni”.

L’ obbligo di utilizzo di piattaforme telematiche per tutte le tipologie di gare, prescritto dall’art.40 del Codice per le centrali di committenza, decorrerà dal 18 ottobre 2018 anche per le stazioni appaltanti.

La gestione telematica permette alle S.A. di raggiungere con immediatezza più operatori economici, di standardizzare le procedure, di ridurre le possibilità di errore, tracciabilità e trasparenza, mentre permette agli operatori economici risparmi di tempo e di costi per presentare le offerte e per dialogare con la stazione appaltante.

Il segretario Francesco Pinto ha potuto quindi illustrare con orgoglio i risultati ottenuti in un percorso durato un quinquennio e condiviso con i protagonisti di questa evoluzione, gli oltre 900 enti soci. 

Cinque anni fa nasceva infatti Asmel Consortile, centrale di committenza, che ha fatto, fin da subito, della centralizzazione telematica e della trasparenza i suoi principi fondatori.

È infatti dalla commistione di questi due elementi che si è potuto costruire ad oggi un sistema fondato sull’innovazione e sulla trasparenza, elementi che portano ad una realtà in cui corrompere od eludere diviene sempre più difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *