14 Giugno – ANAC. Con delibera n. 480 Anac ha stabilito che «spetta all’amministrazione procedere alla valutazione degli elementi e della congruità della offerta nella sua complessità, quale espressione di un  apprezzamento di natura tecnico-discrezionale, che il procedimento posto in essere dalla stazione appaltante sia conforme alle letture interpretative elaborate dalla giurisprudenza e dall’Autorità e ai principi generali in materia di contratti pubblici».

Consulta qui la Delibera Anac, n. 475/2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *