04 luglio 2018 – CDS. Negli appalti in concessione per l’affidamento di servizi, è legittima l’esclusione della ditta per il mancato versamento del contributo  ANAC «atteso che la l. 23 dicembre 2005 n. 266 pone tra l’altro all’art. 1, comma 67, “l’obbligo di versamento del contributo da parte degli operatori economici quale condizione di ammissibilità dell’offerta nell’ambito delle procedure finalizzate alla realizzazione di opere pubbliche” e che detta previsione legislativa appare comune una tipica espressione del brocardo “in claris non fit interpretatio”». Pertanto «il versamento di tale contributo è caratteristica delle gare in materia di aggiudicazione della realizzazione di opere pubbliche».

Consulta qui il Cds Sez V, sentenza n. 3950/2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *