20 Luglio 2018 – TAR. Se il prezzo posto dalla Stazione appaltante a base di gara abbia natura  “simbolica” e sia sganciato dai valori di mercato,  l’operatore economico interessato non è tenuto a proporre la domanda di partecipazione alla gara, presentando un’offerta economica destinata ad essere ineludibilmente esclusa perché caratterizzata da un prezzo superiore all’importo determinato dall’Amministrazione».

Consulta qui il Tar Calabria, sentenza n. 418/2018

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *