01 ottobre 2018 – ANAC. L’Anac con la deliberazione del 5 settembre 2018 n.756 ha affermato che: «In un contratto misto di manutenzione di immobili è necessaria l’attestazione Soa per partecipare alla gara anche se i lavori hanno carattere accessorio rispetto alle altre prestazioni (servizi e forniture), a condizione che gli interventi determino un quid novi». Anac ha ribadito che «la tipologia dei requisiti da richiedere ai fini della partecipazione va valutata con riferimento alle attività oggetto del contratto. In caso di contratto misto, nel quale coesistono due o più tipi di prestazioni, l’operatore economico deve possedere i requisiti di qualificazione e capacità prescritti dal d.lgs. n. 50/2016 per ciascuna prestazione di lavori, servizi, forniture prevista dal contratto. È quanto prevede in particolare, l’articolo 28, comma 1, del codice dei contratti pubblici».

Consulta qui la Deliberazione n. 756 del 05/09/2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *